Esplora contenuti correlati

Va in pensione Graziella Ferri, storica educatrice del nido “Pinocchio”

8 Settembre 2021

Giglioli: “Una pioniera, ha aperto la strada al modello educativo che oggi conosciamo”

Il 31 agosto è stato l’ultimo giorno di lavoro al Comune di San Miniato per Graziella Ferri. Storica educatrice del nido, ha lavorato per ben 41 anni a San Miniato Basso al nido “Pinocchio”, il primo realizzato sul territorio comunale che ha aperto i battenti proprio nel momento della sua assunzione. “Nel 1980 ho vinto il concorso e ho iniziato subito a lavorare a San Miniato Basso nella struttura che stava nascendo – spiega -. Allora iniziavamo da zero, c’era molta diffidenza da parte delle famiglie a mandare i propri figli al nido, un concetto che oggi ci fa sorridere ma che ci racconta da dove siamo partite. Ho avuto la fortuna di lavorare con un gruppo di persone fantastiche che, fin da subito, ha creduto nel lavoro di ricerca, tutte avevamo la consapevolezza di fare qualcosa di unico. Ringrazio le amministrazioni comunali che ho attraversato in questi 41 anni, perché ognuna ha creduto nel progetto dei nidi d’infanzia comunali, portandoli al livello di eccellenza che oggi conosciamo. In tutto questo tempo ho visto crescere molte bambine e bambini, alcuni oggi li ho ritrovati genitori e i loro genitori li ho ritrovati nonni, altri addirittura sono stati miei colleghi, è qualcosa di emozionante”.
A salutare Graziella, oltre al sindaco Simone Giglioli, anche l’assessore all’istruzione Giulia Profeti e la responsabile dei servizi scolastici e coordinatrice scientifica della Bottega di Geppetto, Barbara Pagni. “Graziella è stata una pioniera, con passione ed entusiasmo ha aperto la strada a quel modello educativo che oggi tutti conosciamo e apprezziamo – dichiara il sindaco -. Rappresenta un vero pilastro per molte giovani colleghe a cui oggi lascia un testimone importante che, sono certo, verrà portato avanti con entusiasmo. Desidero quindi rivolgerle un sincero ringraziamento per gli anni trascorsi al servizio della nostra comunità e augurarle da parte di tutta l’amministrazione un buon proseguimento per questa nuova fase della sua vita – e conclude -. In questi giorni si apre il nuovo anno educativo, colgo l’occasione per fare un grande in bocca al lupo a tutto il personale dei nostri servizi per l’infanzia, alle famiglie e alle bambine e ai bambini perché sono i primi a ripartire, sperando che questo anno sia all’insegna del ritorno alla normalità”.
Condividi: