Speciale Elezioni Europee e Comunali dell’8-9 giugno 2024

Con decreto del Presidente della Repubblica del 10 aprile 2024 sono convocati i comizi per lo svolgimento delle elezioni Europee e Comunali. Si voterà nella giornata di sabato 8 giugno […]

Esplora contenuti correlati

Tutti i numeri dell’attività 2022 del Consiglio Comunale di San Miniato

29 Marzo 2023

Nel 2022 i numeri del Consiglio Comunale di San Miniato tornano ad allinearsi a quelli pre-pandemia, ma mostrando alcuni interessanti elementi di novità. A presentare i dati sull’attività svolta nell’anno appena concluso sono stati il presidente del consiglio comunale Vittorio Gasparri insieme al vice presidente Michele Altini, che hanno fatto una panoramica della mole di lavoro che l’assemblea ha svolto. I numeri raccontano di un’attività che ha addirittura incrementato i propri impegni, lasciandosi definitivamente alle spalle le difficoltà che l’emergenza sanitaria ha comportato. Nel 2022 il consiglio comunale di San Miniato si è riunito 17 volte, sempre in modalità mista e tornando stabilmente in Sala del Consiglio, una in meno del 2021, per complessive 80 ore e 45 minuti, 2 ore in meno del 2021 (82 ore e 18 minuti), ma ben oltre le 51 ore e 38 minuti del 2020 (+ 36 %). Quattro le sedute aperte (Giorno della memoria, Giorno del ricordo, Premio Consiglio Comunale e seduta dedicata alla situazione del Liceo Marconi). Sono stati deliberati 86 argomenti tecnici (– 6,25 % rispetto al 2021), 1 ordine del giorno, domande di attualità, 20 mozioni e 33 interpellanze, un dato in linea con le 36 presentate nel 2021 (– 9%).

Dati importanti anche quelli che riguardano la collaterale attività delle Commissioni consiliari permanenti che certo non si è fermata: il maggior di riunioni sono quelle della commissione “Finanze, bilancio e programmazione” e quella di “Ambiente e territorio” che si sono riunite 11 volte, 9 volte quella “Affari Istituzionali e Legali” e quella delle “Pari Opportunità”, 7 quella “Attività Culturali e Educative”, 4 quella delle “Attività Economiche” e 2 quella delle “Politiche sociali”.

La modalità mista di partecipazione, ormai assunta stabilmente, ha permesso di abbattere in maniera significativa il numero di assenze ai 17 consigli e alle 42 commissioni consiliari complessive facendo registrare una media altissima: alle sedute ha partecipato una media di 14,5 consiglieri (90,6 %), ben al di sopra di quanto avveniva prima dell’introduzione del nuovo sistema di partecipazione digitale, avvenuta a marzo 2021. Quattro le sedute consiliari aperte del 2022, lo stesso numero del 2021: il 27 gennaio in occasione del Giorno della Memoria, il 10 febbraio per la celebrazione del Giorno del Ricordo, il 1 marzo per la Condanna dell’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo e il 27 ottobre per gli sviluppi e la nuova collocazione del Liceo Marconi. Si torna a pieno regime anche con le manifestazioni e le celebrazioni esterne come l’anniversario della Liberazione (25 aprile), la Festa della Repubblica (2 giugno), la commemorazione delle vittime della strage del Duomo (22 luglio), la Liberazione di San Miniato (24 luglio), il 77° anniversario della strage di Sant’Anna di Stazzema (12 agosto) e la Festa dell’Unità Nazionale (4 novembre).

Per quanto riguarda i costi, il gettone di presenza di ciascun consigliere è 20 euro (lordi) a seduta (lo stesso vale per la presenza alle commissioni consiliari). Il compenso totale stanziato per i consigli comunali del 2022 è 4.600 euro (lordi), – 5,35 % rispetto al 2021 (4.860 euro), mentre quello per la presenza a tutte le commissioni consiliari dell’anno ammonta a 6.440 euro (lordi), – 24,94 % (8.580 euro) rispetto a quanto speso nel 2021. Intanto riparte l’attività 2023 con la pubblicazione del bando relativo alla XVII edizione del Premio Consiglio Comunale, per l’anno scolastico 2022/2023, riservato agli Istituti scolastici del territorio (ultimo anno della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado) che quest’anno ha come tema “Art. 21 della Costituzione – Il diritto alla libertà di esprimersi, un valore universale”. Sarà possibile presentare la domanda entro le 13.00 del 28 aprile 2023. Dopodiché sarà fissata una data per un consiglio comunale aperto durante il quale verranno consegnati i premi divisi per ordine e grado, sulla base dei progetti ritenuti migliori dalla commissione. L’edizione dell’anno scorso, dedicata al tema “Il gruppo: trama e tessuto delle nostre relazioni” che, come di consueto, aveva in palio premi per 3mila euro, ha visto aggiudicarsi premi per 2.000 euro dalle classi dell’Istituto “Sacchetti” e per 1.000 euro da quelle dell’Istituto “Buonarroti”.
“Nel 2022 l’attività del consiglio ha ripreso a pieno ritmo e ci siamo definitivamente lasciati alle spalle le restrizioni ed i vincoli della pandemia – dichiara il presidente Vittorio Gasparri –. Abbiamo mantenuto stabile il numero delle sedute consiliari, mentre è cresciuto quello delle commissioni. Sempre molto alto il numero delle interpellanze presentate, una cifra elevata che dimostra quanto ci sia stato il bisogno di una discussione più ampia e approfondita su molti temi, come molto elevato è anche il numero delle deliberazioni. La modalità mista di partecipazione è stata regolamentata, garantendo quindi una presenza alle sedute che supera il 90 % – e conclude –. Vorrei ringraziare il sindaco Simone Giglioli, il vice presidente Michele Altini per la preziosa collaborazione, i consiglieri e gli assessori per l’impegno, la competenza, la disponibilità e l’attenzione che mettono nello svolgimento del lavoro consiliare e tutti gli uffici comunali che rendono possibile lo svolgimento delle sedute. Per il 2023 mi auguro che il consiglio prosegua questa intensa attività, divenendo il luogo deputato al confronto, nel rispetto delle diverse forze politiche, ognuna con le proprie prerogative e peculiarità, continuando ad essere l’istituzione democratica per eccellenza”.