Esplora contenuti correlati

Ripartenza delle scuole, ecco il piano messo in atto a San Miniato

6 Agosto 2020

Giglioli: “Grazie ad una task force tra Comune e Istituti, a settembre i ragazzi saranno sui banchi in sicurezza”

In vista dell’inizio dell’anno scolastico previsto per il 14 settembre (per gli asili nido tutti in classe già dal 7 settembre), il Comune di San Miniato, in accordo con la Bottega di Geppetto – Centro internazionale “Gloria Tognetti” e i due Istituti Comprensivi territoriali, “Buonarroti” e “Sacchetti”, ha ultimato il piano per garantire agli studenti il rientro in classe in completa sicurezza, nel rispetto delle linee guida emanate dal Miur. A presentarlo sono il sindaco di San Miniato Simone Giglioli insieme all’assessore alla scuola Giulia Profeti, l’assessore ai lavori pubblici Marzia Fattori, il preside dell’Istituto Comprensivo “Buonarroti” Cataldo Domina, la vicepreside dell’Istituto Comprensivo “Sacchetti” Simona Della Maggiore e la responsabile dei servizi educativi del Comune di San Miniato, Barbara Pagni.

“Nel documento presentato dal Ministero, sono descritte una serie di indicazioni alle quali è obbligatorio attenersi, che garantiscono la possibilità di rientrare a scuola – spiega l’assessore Giulia Profeti -. Per prima cosa le scuole saranno pulite costantemente e ci saranno prodotti igienizzanti, saponi e tutto quanto servirà per assicurare la sicurezza di alunni, docenti e del personale. Si dovrà privilegiare una didattica più laboratoriale, in gruppi e non necessariamente in classe, ma anche in spazi diversi per coniugare la necessità di distanziamento con l’innovazione, spazi che, grazie ad un lavoro di concerto tra Comune e Istituti, siamo riusciti a garantire. Massima priorità ai più piccoli perché sono coloro che hanno sofferto di più l’interruzione dell’anno scolastico, mentre il personale sarà formato sui temi della sicurezza e sulle nuove tecnologie e ci sarà una campagna informativa sui comportamenti responsabili da tenere che coinvolgerà anche genitori e studenti”. Per consentire il rispetto di quanto indicato dal Miur, il Comune ha messo in campo una serie di azioni che riguardano i servizi di mensa e trasporto, oltre alla problematica degli ingressi. “Nei diversi plessi degli Istituti Comprensivi, dove possibile, si è pensato di moltiplicare gli accessi e le uscite in modo da decongestionare gli ingressi; in alternativa, o dove questa azione non fosse sufficiente, potranno essere scaglionati gli orari di entrata e di uscita – prosegue l’assessore -. Per quanto riguarda il servizio di refezione scolastica, il Comune sta lavorando, in accordo con gli Istituti Comprensivi, per garantire il pranzo a tutti gli studenti, da realizzarsi in classe anziché nelle zone refettorio, mentre per il trasporto, nonostante ad oggi non ci siano linee guida su questo, vogliamo mantenere tutti i percorsi garantiti lo scorso anno, prevedendo corse anche da San Romano e San Donato verso la scuola secondaria inferiore di Ponte a Egola, e da Isola e Roffia verso la scuola secondaria inferiore di San Miniato Basso”.

Per consentire l’attuazione delle linee guida ministeriali, l’amministrazione comunale sta realizzando i lavori di adeguamento e riadattamento degli spazi, grazie ad un finanziamento di 135mila euro stanziati dal Miur. “Abbiamo effettuato un’attenta analisi degli spazi, in particolare degli elementi strutturali, in modo da raggiungere gli obiettivi attraverso interventi di manutenzione straordinaria o di edilizia leggera, facilmente reversibili, evitando opere che modificassero
il comportamento strutturale dell’edificio – spiega l’assessore Marzia Fattori -. Per l’Istituto ‘Buonarroti’ andiamo ad intervenire sulla scuola primaria di Ponte a Egola dove realizzeremo due nuove aule e ne amplieremo altre quattro, e su quella secondaria di primo grado con due nuove aule e altre due più capienti. Per quanto riguarda l’Istituto ‘Sacchetti’, interveniamo sulla scuola primaria e secondaria di I grado del capoluogo dove verranno ricavate due nuove aule e ne saranno ampliate altre due, la primaria di San Miniato Basso con l’ampliamento delle aule e la scuola secondaria di primo grado di San Miniato Basso dove saranno realizzate ben tre nuove aule”.
Per quanto riguarda la scuola primaria “Collodi” di Ponte a Elsa, oltre all’ampliamento di due aule, l’amministrazione comunale, in accordo con l’Istituto “Sacchetti”, sta verificando la fattibilità del trasferimento di una classe all’interno del Museo dell’area archeologica di San Genesio.

“Abbiamo messo in campo una task force che ha impegnato il Comune, gli Istituti Comprensivi e la Bottega di Geppetto, con l’obiettivo di vincere la corsa contro il tempo e garantire agli studenti delle nostre scuole di poter tornare sui banchi il prossimo 14 settembre, in totale sicurezza – spiega il sindaco Simone Giglioli -. Un lavoro importante che ha visto non pochi ostacoli: le linee guida sono indicazioni che poi vanno calate nella realtà del territorio in cui ci troviamo e, grazie all’ottimo lavoro di squadra fatto in questi mesi, possiamo dire di essere riusciti a raggiungere l’obiettivo. Il percorso verso la riapertura delle scuole non è certo concluso: da qui a settembre contiamo di aver terminato i lavori (molti sono già partiti) e soprattutto ci impegneremo, in accordo con Regione e Miur, a far rispettare le ulteriori indicazioni che dovessero arrivare, penso ad esempio a quelle relative al trasporto scolastico delle quali ancora non ci sono documenti – e conclude -. Ringrazio tutti i soggetti coinvolti, in particolare l’ufficio scuola e i lavori pubblici per la tempestività e il grande lavoro svolto, si tratta della prima operazione mai stata compiuta; non era semplice far fronte a tutte le necessità, ma adesso possiamo dire di aver fatto un passo avanti per far ripartire la scuola e dare agli studenti, agli insegnanti e ai genitori, garanzie di sicurezza e fattibilità”.

Condividi: