Esplora contenuti correlati

7. San Miniato in prospettiva: Gargozzi – Cappuccini

Descrizione

Questo percorso unisce gli splendori storici ed artistici del centro della città di San Miniato, alle bellezze naturali della campagna adiacente. Il paesaggio che possiamo osservare lungo tutto l’itinerario è singolare: in esso si integrano ed armonizzano le opere dell’uomo e della natura.
La parte urbana dell’itinerario è memoria storica degli avvenimenti che si sono succeduti nella città, le cui origini risalgono al periodo etrusco/romano.
Il mondo rurale che circonda San Miniato è un mosaico di tessere ambientali e culturali in cui l’antico e sapiente utilizzo del territorio ne ha conservato il carattere tipico di paesaggio toscano ancora integro. Valli e dolci pendici alternate di olivi, boscaglie e viti, cascinali sparsi e campi di erbe e fiori, scenari e orizzonti che si perdono in lontananze indefinite e con, ogni volta, il profilo solenne del colle di San Miniato con la Rocca e il Duomo e il cordone di case che borda l’esile crinale.

Dove

La zona è la porzione sud-est rispetto al paese di San Miniato, dalla valle di Gargozzi alla zona sotto l’ospedale fino al convento dei Cappuccini.

Lunghezza e tempi di percorrenza

Il percorso ad anello è lungo circa 6 km ha una durata di circa tre ore.
L’itinerario può avere il suo punto di partenza al parcheggio sotto l’ospedale, procedere verso via Sasso e da lì risalire fin verso Scacciapuce.  Da qui, l’anello principale prosegue lungo la via asfaltata fino a deviare, oltrepassato il convento dei Cappuccini, a destra verso l’Agriturismo “Marrucola” e, da qui, si ridiscende verso San Maiano fino alla valle di Gargozzi che, ripercorsa verso la sorgente, conduce di nuovo al punto di partenza

Condividi: