Esplora contenuti correlati

Novità IMU 2021

Per l’anno 2021 la legge ha introdotto le seguenti agevolazioni/esenzioni:

Agevolazioni per i pensionati residenti all’estero
(art.1 comma 48 Legge 178/2020 -legge di Bilancio 2021- in vigore dal 1 gennaio 2021)
A partire dall’anno 2021 per una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d’uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall’Italia, l’imposta municipale propria di cui all’articolo 1, commi da 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è applicata nella misura della metà e la tassa sui rifiuti avente natura di tributo o la tariffa sui rifiuti avente natura di corrispettivo, di cui, rispettivamente, al comma 639 e al comma 668 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, è dovuta in misura ridotta di due terzi.

Esenzione IMU 2021 settori turismo e spettacolo
(Decreto legge 104/2020 convertito dalla legge 126/2020 art. 78)
(art.1 comma 599 Legge 30 dicembre 2020 n. 178)

Non è dovuta la prima rata IMU per:

  • stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali nonché stabilimenti termali;
  • immobili rientranti nella categoria D/2 e relative pertinenze, agriturismi, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, B&B, residence e campeggi a condizione che i soggetti passivi siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
  • immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni;
  • immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi soggetti passivi siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
  • immobili rientranti nella categoria catastale D3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate (l’esenzione riguarda le intere annualità di imposta 2021 e 2022)

Ulteriore esclusione prima rata IMU 2021
(art. 6-sexies, D.L. 41/21 – Decreto Sostegni – convertito dalla L. 69/21)
In considerazione del perdurare degli effetti connessi all’emergenza sanitaria da COVID-19, per l’anno 2021 non è dovuta la prima rata IMU relativa agli immobili posseduti dai soggetti passivi per i quali ricorrono le condizioni di cui all’articolo 1, commi da 1 a 4, del citato Decreto.
L’esenzione si applica solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui siano anche gestori.

Trattandosi di casi in cui il Comune, in via generale, non è in possesso delle informazioni necessarie, è consigliabile la presentazione della dichiarazione IMU.

Condividi: