Speciale Elezioni Europee e Comunali dell’8-9 giugno 2024

Con decreto del Presidente della Repubblica del 10 aprile 2024 sono convocati i comizi per lo svolgimento delle elezioni Europee e Comunali. Si voterà nella giornata di sabato 8 giugno […]

Esplora contenuti correlati

Paolo Profeti è il nuovo commissario dell’Asp Del Campana-Guazzesi

29 Marzo 2023

Ha firmato e da oggi (29 marzo) Paolo Profeti è ufficialmente il nuovo commissario dell’Asp Del Campana – Guazzesi di San Miniato. Classe 1981, originario di San Romano di Montopoli e residente a Castelfiorentino, diplomato all’ITC Cattaneo di San Miniato e laureato in Scienze politiche, è direttore della Rsa La Collinella di Montaione, ed è stato direttore del Pio Istituto Santa Caterina de’ Ricci di Prato, e vanta un curriculum di grande rilevanza nel campo del sociale e nel mondo dell’associazionismo. Suo il compito di predisporre e attuare il piano di adeguamento e redigere il bilancio dell’azienda sanminiatese, in 90 giorni (eventualmente rinnovabili), con un compenso annuo lordo di circa 13.700 euro. Al sindaco e alla giunta il compito di verificare, trascorso un mese dalla sua nomina, il suo operato in relazione al conseguimento degli obiettivi che gli sono stati assegnati.
“Questo incarico è la mia più importante sfida professionale che chiude il cerchio della mia carriera – dichiara il neo commissario Paolo Profeti -. Nel lontano 2003 ho iniziato a lavorare nel sociale grazie ad un tirocinio svolto nei servizi sociali proprio del Comune di San Miniato, indicato dall’allora responsabile del personale Giuseppe Del Medico; e oggi, a distanza di molti anni, sono di nuovo qui con un incarico importante che sono pronto a svolgere con il massimo impegno”. 
“Profeti è una figura esperta e competente, che ha già affrontato e gestito situazioni simili con risultati molto importanti, per questo pensiamo sia la persona giusta per affrontare il delicato momento che la Asp Del Campana-Guazzesi sta affrontando – dichiara il sindaco Simone Giglioli -. La sua nomina è parte del percorso, iniziato qualche mese fa, con il quale, passo dopo passo, vogliamo risanare le finanze della struttura e proiettarla verso un riassetto che dia stabilità per il futuro. Non sarà semplice perché le variabili in gioco sono davvero molte, tuttavia credo che, insieme, anche in seguito al lavoro di concerto nato all’interno del Tavolo, si possano trovare le soluzioni più adeguate. Al nuovo commissario faccio gli auguri per un buon lavoro”.