Esplora contenuti correlati

Nuovo decreto per il Coronavirus: ecco i provvedimenti che riguardano il Comune di San Miniato

8 Marzo 2020

Fino al 3 aprile misure stringenti e chiusure per luoghi di aggregazione come Musei Civici, Biblioteche e Archivi
Il decreto ministeriale dell’ 8 marzo specifica ulteriori misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del Coronavirus sul territorio nazionale. In particolar modo si prevede la chiusura di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e discoteche, pena sospensione dell’attività in casi di violazione. Fino al 3 aprile verranno chiusi anche i Musei Civici di San Miniato, le Biblioteche comunali (San Miniato, San Miniato Basso e Ponte a Egola) e gli Archivi comunali, mentre per lo svolgimento di attività di ristorazione e bar è in vigore l’obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con la sospensione dell’attività in caso di mancato rispetto. Per gli altri esercizi commerciali, il gestore deve garantire l’adozione di misure organizzative tali da consentire accesso ai locali in misura contingentata o comunque tali da evitare assembramenti, e sono sospese le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri. Resta in vigore quanto espresso nel DCPM del 4 marzo con il quale si è prevista la chiusura delle scuole fino al 15 marzo, e si conferma la sospensione delle manifestazioni, degli eventi e degli spettacoli di qualsiasi natura compresi quelli cinematografici e teatrali svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
“Chiedo a tutti i cittadini e ai gestori di locali pubblici la massima collaborazione, affinché le disposizioni del presente Decreto vengano rispettate. Raccomando a tutti gli esercenti di utilizzare il buon senso ed evitare, in ogni caso, assembramenti di clientela, sia all’interno sia all’esterno del locale e, laddove non sia possibile garantirlo, si suggerisce la chiusura temporanea allo scopo di evitare la sanzione della sospensione dell’attività, come previsto in caso di violazione – dichiara il sindaco di San Miniato, Simone Giglioli -. Mi rendo conto che si tratta di misure eccezionali che hanno un inevitabile impatto sul lavoro di molte realtà anche del nostro territorio; tuttavia, in questa fase delicata, è importante la collaborazione di tutti e per questo vi chiedo di darci un mano. L’amministrazione comunale sta monitorando costantemente la situazione, per capire quali aggiornamenti ci saranno e vi terrà informati. Intanto vi invito, come ho ripetuto più volte, a fare riferimento esclusivamente a fonti ufficiali, per evitare il diffondersi di false informazioni e notizie”.
Condividi: