Esplora contenuti correlati

Mostra del tartufo, mascherine obbligatorie anche all’aperto nell’ultimo weekend

26 Novembre 2021

Giglioli: “Precauzione necessaria dopo il peggioramento dei dati Covid nazionali”

Sarà obbligatorio indossare la mascherina anche negli spazi all’aperto, oltre agli spazi al chiusi (come gli stand e l’Officina del tartufo) sabato 27 e domenica 28 novembre, ultimo weekend della 50esima Mostra Mercato Nazionale del tartufo bianco di San Miniato. Il sindaco Simone Giglioli ha firmato l’ordinanza con cui entra in vigore questo provvedimento che vale per tutti gli spazi dell’esposizione, dalle 9.00 alle 23.00, di entrambe i giorni. “Questa misura si va a sommare all’obbligo di green pass all’accesso, già in vigore dal primo fine settimana, ed è stata necessaria in virtù dei provvedimenti normativi adottati dal Governo vista la recrudescenza nazionale del virus – spiega il sindaco -. La grande affluenza agli stand non consente il distanziamento e non assicura che non ci siano assembramenti. Ci sono migliaia di pedoni in movimento per il centro in questi due giorni ed è quindi necessario adottare ulteriori misure precauzionali a tutela della sanità pubblica, oltre al green pass, appunto, adottando l’utilizzo delle mascherine in tutto lo spazio della festa, laddove non è possibile garantire il distanziamento, anche se si è in zona bianca”. L’obbligo non vale per i bambini di età inferiore ai sei anni e per coloro che hanno forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, mentre è sempre obbligatoria per gli operatori commerciali che dovranno anche mettere a disposizione dei clienti prodotti igienizzanti per le mani, in particolare accanto ai sistemi di pagamento. “Chiedo ai visitatori che verranno a San Miniato per questo ultime fine settimana, di essere rispettosi delle norme – dichiara ancora il sindaco –, augurandomi che si possa avere un ultimo weekend all’insegna del divertimento e della valorizzazione delle nostre eccellenze, senza però perdere di vista la sicurezza”.

Condividi: