Esplora contenuti correlati

Giorno della Memoria, il programma delle celebrazioni a San Miniato

25 Gennaio 2021

Un consiglio comunale aperto con il collegamento on line dei ragazzi delle scuole è una delle iniziative che il Comune di San Miniato ha organizzato per celebrare il “Giorno della Memoria”, una giornata commemorativa istituita in Italia nel 2000. I lavori iniziano alle 9.30 di mercoledì 27 gennaio, giorno in cui, nel 1945, i cancelli di Auschwitz vennero abbattuti dalla 60esima armata dell’esercito sovietico, con la deposizione della corona di alloro alla pietra monumentale dedicata a Italo Geloni, in piazza Geloni a San Miniato Basso.

Alle 10, alla presenza del presidente del consiglio comunale Vittorio Gasparri, del sindaco di San Miniato Simone Giglioli, del Vescovo di San Miniato monsignor Andrea Migliavacca, della presidente della sezione ANED di Pisa Laura Geloni e di Sahy Servi consigliere della comunità ebraica di Firenze si aprirà il consiglio comunale aperto, alla Casa Culturale a San Miniato Basso, dove parteciperanno da remoto anche le classi terze della scuola secondaria di primo grado degli Istituti Sacchetti e Buonarroti, mentre gli allievi dell’Accademia Musicale di San Miniato Basso, diretti dalla professoressa Marzia Vignozzi, suoneranno alcuni intermezzi musicali. In osservanza delle norme anti Covid, la cerimonia sarà riservata alle sole autorità civili e militari. La seduta del consiglio è pubblica ma sarà visibile esclusivamente tramite il video che sarà caricato in differita sul sito web del Comune (www.comune.san-miniato.pi.it).

Le celebrazioni proseguono giovedì 28 e venerdì 29 gennaio (ore 11.00) con la diretta streaming, per le classi V delle scuole primarie di San Miniato e per le scuole secondarie, dello spettacolo “Diario di una deportazione” che il Teatrino dei Fondi di San Miniato ha dedicato ad Italo Geloni, deportato politico nei campi di sterminio, e alle sei milioni di vittime dei lager nazisti.  E’ tratto dal libro “Ho fatto solo il mio dovere” nel quale Geloni ha affidato le sue memorie dei campi di sterminio. Questo lavoro è nato dalla volontà del Comune di San Miniato, che nel 2013 ha intitolato una piazza a Geloni, e di Enrico Falaschi, con l’obiettivo di portare avanti la fondamentale opera di sensibilizzazione delle nuove generazioni su uno dei capitoli più bui della civiltà umana. Con questo appuntamento si alza il sipario virtuale sulla rassegna di teatro per le scuole, riformulata per l’emergenza sanitaria in una versione online: “Sognare Teatro in Classe”.
Condividi: